Novena a

San Francesco

 

d'Assisi

 

Dal 25 settembre al 3 ottobre, alle ore 18.00 preghiamo la novena a San Francesco d’Assisi, in preparazione alla solennità del 4 ottobre. Sarà possibile unirsi alla nostra preghiera anche dal nostro canale Youtube. La recita della novena è un segno di devozione nei confronti del santo a cui si può chiedere l’intercessione per ottenere una grazia speciale.

Nei giorni feriali la Novena sarà al termine del Rosario meditato, sabato 26, domenica 27 e sabato 3, sarà inserita nei Vespri.

25 settembre - Primo giorno

San Francesco invita alla conversione
 

O san Francesco, tu hai accolto la voce di Dio che ti chiamava a lasciare le cose mondane per dedicarti al servizio dei fratelli sofferenti e della chiesa in rovina. Ottieni dal Signore che noi pure cerchiamo sempre ciò che piace al Signore e con decisione ci impegniamo a compierlo, come tu stesso ci hai insegnato a chiedere:
«Onnipotente, eterno, giusto e misericordioso Dio, concedi a noi miseri di fare, per la forza del tuo amore, ciò che sappiamo che tu vuoi e di volere sempre ciò che a te piace».

26 settembre - Secondo giorno
 

San Francesco invita ad amare Dio
 

O san Francesco, che hai adorato, contemplato e amato l'Altissimo nella Trinità perfetta e nella Unità semplice, ottienici di diventare noi pure uomini e donne di preghiera, capaci di amare e adorare Dio con cuore puro e mente pura, ricercando lui sopra tutte le cose. Guidaci a fare esperienza di Dio sommo ed eterno bene, affinché con te possiamo cantarlo come nostra ricchezza e nostra dolcezza, grande e ammirabile Signore, Dio onnipotente, misericordioso Salvatore.

27 settembre - Terzo giorno
 

San Francesco invita alla fiducia nel Padre
 

O san Francesco, quando - giovane - riconsegnasti al padre anche le vesti e nudo rimanesti davanti al vescovo di Assisi, esclamasti: «D'ora in poi potrò dire: Padre nostro che sei nei cieli». Da lui, che sentivi tuo vero Padre, tutto aspettavi con fiducia. Ottieni anche a noi di credere sempre nell'amore di Dio, nostro Padre tenerissimo, che, come dicevi, «non sembra pensare ad altri che a noi», e di rimetterci nelle sue mani con la confidenza più grande.

28 settembre - Quarto giorno
 

San Francesco ci parla dell'amore di Gesù Cristo
 

O san Francesco, nella tua vita non avesti che un desiderio: assomigliare a Gesù, accogliendo e vivendo con animo pronto ogni sua parola. Il tuo amore per la povertà, per il servizio e per la croce nasceva dall'ardore di seguire i passi del tuo amato Signore. E Gesù ti rese simile a sé fino a imprimere nella tua carne i segni della sua passione. Ottieni che anche noi siamo ascoltatori attenti della Parola e, vivendola, diventiamo discepoli e amici fedeli di Gesù.

29 settembre - Quinto giorno
 

San Francesco invita a lasciarsi guidare dallo Spirito
 

O san Francesco, tu scrivi che più di ogni altra cosa dobbiamo desiderare di avere lo Spirito del Signore e la sua santa operazione. Ottienici lo Spirito di Dio, perché interiormente purificati, interiormente illuminati e accesi dal suo fuoco, possiamo seguire le orme di Gesù Cristo e giungere al Padre, che vive e regna glorioso nei secoli dei secoli.

30 settembre - Sesto giorno
 

San Francesco fratello di tutti

O san Francesco, tu hai riconosciuto in ogni uomo un figlio di Dio. Fratelli erano per te i lebbrosi, fratelli i peccatori, fratelli i sacerdoti, fratelli i compagni che il Signore aveva mandato a vivere con te, fratelli coloro che praticavano un'altra religione. Tu davvero sei stato il fratello universale. Ottieni anche a noi di avere il cuore aperto a ogni uomo, al di là della sua condizione, razza, cultura e religione, e di accoglierlo nel nome di Gesù come nostro fratello.

1 ottobre - Settimo giorno

San Francesco e il creato
 

O san Francesco, la tua fede ti faceva cogliere come frutto dello stesso amore paterno di Dio Creatore ogni essere del mondo minerale, vegetale e animale, così da dare il nome di fratello o sorella al sole, alla luna, al fuoco, all'acqua, ai fiori, agli uccelli... Ottieni al nostro tempo di scorgere nella creazione l'opera di Dio, di rispettarla e di servirsene con discrezione, amore e vigile cura, nell'attesa che anch'essa, liberata dalla corruzione, entri nella gloria di Dio.

2 ottobre - Ottavo giorno
 

San Francesco invita al perdono e alla riconcilazione
 

O san Francesco, uomo riconciliato interiormente e con l'intera creazione, sei stato uomo di pace e di speranza: hai dialogato con il lupo di Gubbio e con il sultano, hai portato alla riconciliazione tra loro il podestà e il vescovo di Assisi, e a quanti incontravi auguravi: «Il Signore vi dia la pace». Ti preghiamo per la nostra umanità così lacerata e dilaniata da lotte e contrapposizioni, perché con la tua intercessione ritrovi la concordia e la serenità.

3 ottobre - Nono giorno
 

San Francesco va incontro alla morte

O san Francesco, tu andasti incontro alla morte chiamandola sorella: «Ben venga, mia sorella morte; per me sarà la porta della vita». Ottieni che anche noi, al termine della nostra vita, possiamo abbandonarci con fiducia nelle mani di Dio ed entrare in quel regno dove, come tu hai detto, la visione di Dio è senza veli, l'amore di lui è perfetto, la comunione con lui è beata e il godimento di lui è senza fine.