San Giovanni Battista
Il Precursore

Ecco, dinanzi a te io mando Il mio messaggero: egli preparerà la tua via. Voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri.

La figura di Giovanni Battista è molto popolare e venerata, soprattutto nei paesi ortodossi e ha un posto privilegiato nella deesis, (intercessione), dell’iconostasi accanto a Cristo e a sua Madre.

La vita di Giovanni Battista, il Precursore, si colloca sullo spartiacque tra due mondi: prima e dopo Cristo. Egli è l’ultimo e il più grande dei profeti dell’Antico Testamento, eppure l’ultimo discepolo di Cristo è il più grande di lui. Eremita e predicatore nel deserto meridionale di Giuda, Giovanni battezzava i suoi discepoli nelle acque del Giordano, presso la confluenza con il mar Morto.

Avvolto in una veste di pelo di cammello, la sua iconografia è ricca e varia. Spesso è rappresentato con la sua testa mozzata posata su un vassoio, a volte viene rappresentato con Gesù Agnello di Dio, in un calice.

Nella nostra icona è raffigurato con le ali: è l’angelo del deserto, il messaggero del Signore secondo la profezia di Malachia: “Ecco io mando un mio messaggero davanti a me…” (Ml 3,1). L’angelo è un messaggero. Giovanni indossa una tunica di pelle come descritto nei vangeli e un mantello verde: in iconografia il verde è il colore dello Spirito e il profeta è l’uomo rivestito dello Spirito. L’ambiente è desertico perché il deserto è il luogo dove il Battista ha vissuto e dove ha svolto la sua attività. Ha i capelli lunghi, mai tagliati. La scure alla base dell’albero, in basso a sinistra, richiama la sua predicazione: “Fate un frutto degno della conversione (…) Già la scure è posta alla radice degli alberi; perciò ogni albero che non dà buon frutto viene tagliato e gettato nel fuoco” (Cf Mt 3,9-10).

Giovanni con la mano sinistra benedice, con la destra tiene in mano il bastone terminante con la croce, simbolo di Gesù Cristo, colui al quale ha preparato la strada come indicato dall’iscrizione del cartiglio che tiene in mano.

Contatti

Via Ada Negri, 2
27100 - Pavia
Tel. +39 0382 26002
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Seguici

Orari

SS. Messe feriali: 8.15; 18.30
SS. Messe festive: 11.30; 18.30
Confessioni: tutti i giorni (tranne il venerdì pomeriggio) dalle 8.45 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00