Sulla coscienza

fr. Enrico

Tutti noi, consapevoli o meno, abbiamo una coscienza che ci guida e ci governa. O meglio, dovrebbe guidarci e governarci, perché c’è sempre la possibilità di metterla a tacere lasciandoci guidare dai nostri istinti e dai nostri pensieri.
La coscienza è il sacrario, il nucleo interiore più profondo, il luogo in cui l’uomo, entrando in contatto con la parte più vera di sé stesso, può fare viva e vera esperienza di Dio.
Per comprendere l'importanza che essa ha per ciascuno basta confrontarsi con le concrete situazioni di vita, le quali, sempre, possono rappresentare un'occasione o una tentazione.
Discernere ciò che è retto ci è possibile solo correlandoci alla coscienza, essa conosce il nostro vero bene e quale sia la scelta più giusta per crescere in libertà e vivere in verità.
Essa rimane un criterio interiore e assoluto che non ci permette di sbagliare, invece noi, solitamente, operiamo discernimenti seguendo criteri esteriori e contingenti, i quali non ci permettono di conoscere la verità dell'esperienza che stiamo vivendo, né di entrare a contatto con la vita che trasuda in ogni angolo della creazione.
Rimane per ognuno di noi il compito di formarci, accogliendo la grazia che ogni giorno Dio riversa sopra di noi: la Sua parola, i sacramenti della riconciliazione e dell'eucaristia, vissuti all'interno di una comunità, ci permettono di purificare il cuore e nutrire la nostra coscienza in modo da divenire sempre più somiglianti al Cristo.
Questo cammino di formazione rimane necessario e di vitale importanza, pena l'essere condannati a vivere una vita inautentica e senza la reale consapevolezza di chi siamo e quale sia la nostra altissima vocazione.
Mettendoci in ascolto della nostra coscienza, viviamo in una continua relazione con il Signore Gesù, il quale, attraverso lo Spirito Santo, ci conduce al Padre. In effetti possiamo dire che proprio la nostra coscienza diventa la dimora di Dio e il luogo dove sperimentiamo la viva presenza dello Spirito in noi, il quale continuamente asseconda la voce del Figlio e grida "Abbà Padre!".
Diventiamo sempre più coscienti ponendoci in ascolto della nostra coscienza


Contatti

Via Ada Negri, 2
27100 - Pavia
Tel. +39 0382 26002
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Seguici

Orari

SS. Messe feriali: 8.15; 18.30
SS. Messe festive: 11.30; 18.30
Confessioni: tutti i giorni (tranne il venerdì pomeriggio) dalle 8.45 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00