Sulla Disponibilità

fr. Enrico

Le persone con cui viviamo e la realtà che ci circonda ci stimolano continuamente ad uscire dal nostro guscio per intraprendere un nuovo viaggio verso l'infinito, che ci attende e ci precede. Riconosciamo di avere una tendenza innata all'autoconservazione, spesso vedendo il cambiamento come una minaccia o, quantomeno, un pericolo alla nostra stabilità interiore. Siamo chiamati, invece, ad uscire da noi stessi per accogliere l'invito a prendere il largo, fidandoci di una proposta che ci viene rivolta, magari quando meno ce l'aspettiamo.
Vivremo un'esperienza che ci porterà a crescere nella consapevolezza di quanta vita ci sia nel pronunciare con generosità il nostro sì! L'esempio della Beata Vergine Maria ci precede e accompagna, unitamente a quello di tanti santi a noi cari. Occorre vigilare sulla nostra ostinata presunzione di sapere tutto e sulla tendenza a chiuderci in una sterile "zona di conforto" che non giova proprio a nessuno. Siamo chiamati a porre in essere autentici atti di disobbedienza nei confronti del nostro io, egoista e timoroso, per aprirci ad un inedito al quale siamo chiamati e destinati.
Se è vero che "l'appetito vien mangiando" possiamo credere e sperare che, di obbedienza in obbedienza alla vita, si faciliti il processo di esodo da noi stessi. È un cammino che non finirà neanche con la morte, ultimo sì da pronunciare perché chiamati a vivere in eterno con il nostro Signore Gesù, sempre disponibile a fare della volontà del Padre il suo cibo. Dietro di Lui ciascuno di noi è sollecitato a fare scelte libere per vivere da figli adottivi i propri giorni su questa terra.
La realtà che ci circonda è più grande delle idee circolanti nelle nostre teste e gli altri, fratelli e sorelle di cammino, ci aiutano ad andare oltre i limiti imposti dalla nostra ridotta esperienza. Si tratta di rimanere disponibili a lasciarci impattare dalla vita per entrare nella vera Vita, certi che il Signore ama chi dona con gioia. Si tratta della scelta circa lo stile da adottare in questa vita, se nella piena disponibilità, sempre e comunque, o nel vuoto scetticismo. Davanti a noi ci sono sempre due possibilità nel gestire eventi e relazioni: apertura o chiusura, accoglienza o rifiuto, coinvolgimento o distanza.
Risulta chiaro che questa scelta di fondo deciderà della nostra vita in relazione a quella ricerca di pienezza che caratterizza ciascuno di noi. Possiamo chiudere con uno slogan, cercando di riassumere quanto detto finora: "Disponibili e felici", in quanto sempre più somiglianti al Signore Gesù che si è reso totalmente aperto al Padre. Diamo la nostra disponibilità perché la Vita ci plasmi e ci modelli per sperimentare quella vita in abbondanza che il buon Dio desidera donare a ciascuno dei suoi figli.


Contatti

Via Ada Negri, 2
27100 - Pavia
Tel. +39 0382 26002
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Seguici

Orari

SS. Messe feriali: 8.15; 18.30
SS. Messe festive: 11.30; 18.30
Confessioni: tutti i giorni (tranne il venerdì pomeriggio) dalle 8.45 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00