Durante l'estate non manca l'aiuto per chi si trova in difficoltà

di FR. CELESTINO 

“La carità non avrà mai fine” ci ricorda S. Paolo e noi frati minori di Canepanova cerchiamo di ricordarcelo sempre, stimolati e sostenuti da una lunga tradizione caritativa che ci è stata consegnata dai nostri fratelli che ci hanno preceduti, i quali sin dal loro arrivo a Pavia dedicarono la loro opera ai bisognosi.

Infatti nel 1945, al termine della guerra, che aveva duramente toccato la città di Pavia, la fraternità di frati presente a Canepanova creò una mensa per i poveri intitolata a San Francesco d’Assisi distribuendo un pasto caldo a quanti bussavano alla porta del convento. Da allora questo luogo di carità cuore della città non ha mai smesso la sua attività e attualmente accoglie a pranzo 120 persone - dal lunedì al sabato - dalle 11.00 alle 12.15 (con due turni).

Accanto a questo servizio, in collaborazione con la Caritas, due volte al mese, sono distribuiti i pacchi alimentari a circa 200 famiglie e persone anziane in difficoltà. Il servizio in mensa e la consegna dei pacchi è possibile grazie alla partecipazione di numerosi volontari che mettono a disposizione di queste attività il proprio tempo e la propria dedizione e ai tanti benefattori che generosamente donano quanto può servire all’aiuto di tutti.

Il tempo estivo non ci distoglie da questo prezioso servizio, ma anzi ci vede ancora più coinvolti attraverso una collaborazione con il Comune di Pavia che si fa carica del servizio Mensa durante il mese di agosto, per consentire i consueti lavori di manutenzione dei locali mensa e permettere a tutti coloro che sono coinvolti di godere del giusto e meritato riposo.

CanepaInforma - n. 1 - domenica 8 luglio 2018 (luglio e agosto)