Gli appuntamenti fino al 4 ottobre per vivere e celebrare insieme la riccorrenza del nostro amato padre e fratello
La festa a noi più cara si avvicina. Giovedì prossimo 4 ottobre celebreremo la solennità di San Francesco Assisi, il nostro padre e fratello. Lo faremo a nostro modo pregando e ricordando il suo abbraccio alla Povertà e al Vangelo, il suo amore per Dio e per i fratelli, per tutto ciò che è stato creato per noi, per la Pace e la misericordia voluta per tutti gli uomini.
Inizieremo oggi con la Novena di preghiera al termine delle S. Messe che si svolgerà tutti i giorni fino al 3 ottobre. 
 
Domenica 30 settembre proseguiremo con l’incontro di approfondimento dedicato agli scritti di San Francesco tenuto da padre Cesare Vaiani, già guardiano del convento di Canepanova. L’appuntamento è alle 9.30 in Santuario. A seguire padre Cesare resterà con noi per la Santa Messa delle 11.30.
 
Le celebrazioni per San Francesco entreranno nel vivo da mercoledì 3 ottobre con la Santa Messa prefestiva alle ore 18.30 preceduta dal canto dei Vespri solenni. Alle ore 21 in Santuario avrà luogo la Veglia del Transito, un momento di spiritualità francescana che quest’anno sarà reso particolarmente toccante dalla presenza del nostro confratello fra Ibrahim Alsabagh, parroco di Aleppo, città della Siria martoriata dalla guerra. Fra Ibrahim ci farà dono della sua testimonianza, racconto di una vita spesa al servizio del prossimo in una terra dove la guerra e le violenze, che ancora continuano, hanno privato le persone di tutto ma non della speranza. 
 
Il 4 ottobre, giorno della ricorrenza di San Francesco e solennità per noi Frati Minori,  la Santa Messa sarà celebrata alle ore 19.30 dal nostro Vescovo, monsignor Sanguineti alla presenza delle autorità cittadine. Un momento solenne con l’accensione dell’ampolla dell’olio, la preghiera e l’affidamento della città al Santo Patrono d’Italia. 
Al termine della celebrazione nel chiostrino del convento ci sarà per tutti un piccolo rinfresco.