Sul pellegrinaggio

fr. Enrico

Esistono diversi modi per descrivere il cammino della vita e ognuno di noi, in base alla propria personale esperienza e agli incontri vissuti, ne ha adottato uno. 
Possiamo sentirci viandanti, turisti, vagabondi, pellegrini... 
L'immagine del pellegrinaggio descrive bene il percorso della nostra vita terrena.
Siamo tutti in cammino con una meta ben precisa che dona slancio ai nostri passi.
Non siamo viandanti senza meta o turisti in cerca di nuove emozioni, e neanche vagabondi in cerca di fortuna.
Siamo pellegrini in viaggio verso un luogo santo, da soli o in gruppo, per riscoprire e approfondire il senso della nostra vita.
Siamo esseri in ricerca che sempre desiderano ripartire perché la nostra patria è il cielo. 
Questo pellegrinaggio è insieme materiale e spirituale; si tratta di mettersi fisicamente in cammino per raggiungere delle mete significative, impregnate della santità di chi ci ha preceduto, ma anche di rientrare continuamente in noi stessi per scoprire il Presente nascosto dentro ciascuno.
Il pellegrinaggio coinvolge tutti i nostri sensi, i quali vengono continuamente stimolati dalla nostra immersione nei luoghi conosciuti o sconosciuti, ma che sempre ci parlano in modo nuovo e inatteso. 
Chiaramente il risultato del viaggio dipende tanto dalla fiducia che ognuno di noi porrà in essere nei confronti di Dio e degli eventuali compagni di viaggio.
La paura di partire, poi, non si supera con un atto di coraggio ma con un concreto gesto di affidamento nei confronti della Vita che sempre ci viene incontro attraverso umane mediazioni. 
Il nostro irrisorio e fondamentale investimento iniziale permetterà al buon Dio di aprire le cateratte del cielo e di riversare su noi pellegrini l'acqua della sua misericordia.
Non si tratta di moltiplicare all'infinito esperienze di pellegrinaggio, ma di entrare nello stile del Signore Gesù, il quale ha vissuto come pellegrino e forestiero in questo mondo.
Il pellegrinaggio, in fondo, è una categoria interiore che deve caratterizzare il nostro vivere e il nostro agire.
E allora proviamo a farne esperienza, con i piedi diretti verso un luogo geografico ben identificato, per imparare ad entrare dentro noi stessi ed intraprendere il vero pellegrinaggio, quello del cuore, verso il Padre che tutti attende con le braccia spalancate.


Contatti

Via Ada Negri, 2
27100 - Pavia
Tel. +39 0382 26002
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Seguici

Orari

SS. Messe feriali: 8.15; 18.30
SS. Messe festive: 11.30; 18.30
Confessioni: tutti i giorni (tranne il venerdì pomeriggio) dalle 8.45 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00