Sull'Eucaristia

admin

C’è pane e Pane. C’è un pane che sazia e nutre il corpo e c’è il Pane che nutre e sazia l’anima. Purtroppo siamo molto sensibili ad alimentare il corpo, e se non lo facciamo adeguatamente ce ne accorgiamo subito per gli effetti che questo produce, invece se trascuriamo di prenderci cura della nostra anima tutto sembra procedere normalmente, senza conseguenze di sorta. Ma se non mangiamo il Pane del cielo anche il nostro corpo deperisce, si spegne la luce interiore che ci permette di leggere la realtà dentro e fuori di noi.
“Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo” (Gv 6,51) ha detto Gesù. Questa importante e fondamentale affermazione del Maestro vale la nostra vita terrena ed eterna, non possiamo quindi e non vogliamo trascurarla. L’uomo è costituito di spirito, anima e corpo, ci ricorda S. Paolo, quindi, è chiamato a prendersi cura di tutte le dimensioni della propria persona, diversamente non può vivere una vita piena.
L’episodio dei discepoli di Emmaus ci ricorda che il viandante, prima sconosciuto, fu poi riconosciuto come il Risorto nello spezzare il pane. Questo avvenimento è stato preparato e preceduto dalla spiegazione della vicenda terrena del Cristo attraverso le Scritture. È necessario un cammino nel quale porre al centro il Vangelo e l’Eucaristia, certi che solo in questo modo possiamo riconoscere il Signore, vivo e vero, che si fa sempre nostro compagno di viaggio.
Molti vivono senza comunione con Gesù, ci sembra che i segni e le conseguenze siano chiari e sotto gli occhi di tutti. Se non partiamo dall’Eucaristia, intesa come rendimento di grazie, e non lasciamo che la materia della quale siamo fatti divenga carne e sangue dell'umanità divina del Figlio di Dio, non possiamo vivere la nostra vita umana e cristiana. Chiaramente non si tratta semplicemente di partecipare alla S. Messa domenicale, ma di vivere una vita eucaristica, ossia che abbia le stesse caratteristiche del “per voi” del Signore e Maestro. Una vita spesa per gli altri, non per opportunismo, ma perché riconosciuta come l’unica possibile per abitare umanamente questo mondo.
Il Signore Gesù ci ha mostrato la via per vivere in modo autentico i nostri giorni, a noi la scelta di fare o meno spazio a quanto Lui ci ha lasciato in eredità. È chiaro che ci sono diversi modi di intendere e di vivere l’Eucaristia, sulla base del cammino che ciascuno di noi sta percorrendo, ma il vero attore in questo caso non siamo noi, è lo Spirito Santo che opera per noi, con noi e in noi. Non si tratta semplicemente di comprendere punto, punto, ma di entrare nella logica di un cammino che diventerà sempre più eucaristico. Certamente partecipare alla S. Messa ci aiuterà a penetrare sempre più nel mistero celebrato, ma è necessario prepararlo con la Parola e completarlo con il sacramento della Riconciliazione.


Contatti

Via Ada Negri, 2
27100 - Pavia
Tel. +39 0382 26002
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Seguici

Orari

SS. Messe feriali: 8.15; 18.30
SS. Messe festive: 11.30; 18.30
Confessioni: tutti i giorni (tranne il venerdì pomeriggio) dalle 8.45 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00