Orari

  • Giorni feriali

    • Ore 7.55 Lodi mattutine 
    • Ore 8.15 Messa
    • Ore 18.00 Rosario
    • Ore 18.30 Messa e al termine Vespri (*)
    • (*) Nei venerdì di Quaresima, la Messa delle 18.30 è sostituita da una meditazione sulla Passione del Signore
  • Giorni festivi

    • Ore 11.30 Messa
    • Ore 17.30 Rosario
    • Ore 18.00 Vespri
    • Ore 18.30 Messa 
  • Adorazione

    • Ogni mercoledì dalle 12.30 alle 13.20 (da ottobre a giugno)
    • L'ultimo lunedì del mese dalle 21 alle 22 (da ottobre a giugno)
  • Confessioni

    • Tutti i giorni (tranne il venerdì pomeriggio)
      dalle 8.45 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00

Avvisi

Mercoledì 13 marzo

Catechesi su i "Vizi capitali"

alle ore 21,00, prima catechesi quaresimale sul vizio della Superbia

Venerdì 15 marzo

come in tutti i venerdì di Quaresima, verrà celebrata un'unica S. Messa alle 8:15, mentre alle ore 18:30 la Messa sarà sostituita da un momento di meditazione sulla Passione;

ore 21:00 Via Crucis in santuario

Dal 5 al 12 maggio scorsi, noi frati di Canepanova abbiamo proposto un pellegrinaggio nella terra di Gesù. Cristina e Gaia sono venute con noi. Ecco il loro racconto.

 di Cristina e Gaia

Nel giorno della visitazione di Maria alla cugina Elisabetta ricordiamo con grande commozione gioiosa il Pellegrinaggio vissuto insieme in Terra Santa. Questo Pellegrinaggio ha permesso di compiere un Cammino, un Cammino di crescita interiore, reso possibile grazie alla comunione e condivisione con persone con un vissuto diverso. Questo percorso ha rappresentato una chiamata e un invito alla pre‐ ghiera, come forma di riconoscenza per i doni ricevuti, di invocazione di perdono o di ricerca di grazie. Dal primo giorno fino all’ultimo è stato un crescendo di sensazioni, partendo da Nazareth, passando per Betlemme fino ad arrivare a Gerusalemme, punto finale del nostro cammino culminato con la realizzazione di cosa voglia dire  “Amore” nel senso pieno del suo significato. 
Uno dei momenti più emozionanti è stato il rinnovo delle promesse battesimali sulla riva del Giordano, dove in maniera universale è stata rinnovata a Dio la promessa di fede con la consapevolezza di bimbi cresciuti e desiderosi di ricevere nuovamente il Signore dentro la nostra anima. Questa crescita è stata aiutata dalla presenza fraterna dei nostri cari frati Francesco, Enrico e Franco. Grazie all’ascolto delle loro parole e al confronto quotidiano, giorno dopo giorno, siamo stati aiutati a interrogarci e riconoscere le diverse barriere della nostra vita. La comunione con i compagni è stata essenziale in questo percorso, collante fondamentale e aiuto nella coltivazione di un concreto senso fraterno e collaborativo.