Orari

  • Giorni feriali

    • Ore 7.55 Lodi mattutine 
    • Ore 8.15 Messa
    • Ore 18.00 Rosario
    • Ore 18.30 Messa e al termine Vespri 
  • Giorni festivi

    • Ore 11.30 Messa
    • Ore 17.30 Rosario
    • Ore 18.00 Vespri
    • Ore 18.30 Messa 
  • Adorazione

    • Ogni mercoledì dalle 12.30 alle 13.20 (da ottobre a giugno)
    • L'ultimo lunedì del mese dalle 21 alle 22 (da ottobre a giugno)
  • Confessioni

    • Tutti i giorni (tranne il venerdì pomeriggio)
      dalle 8.45 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00

Avvisi

Sabato 25 maggio

Ore 21:00 In Santuario, Concerto

Lassa far a mi: La Sol Fa Re Mi

Improvvisazione e contrappunto dal XII al XX secolo per due flauti dolci

Info: https://bit.ly/2JWL1FQ

Domenica 26 maggio

Ore 21:00 In Santuario, Concerto

“Ave Dulcissima Maria”

musica ad honorem Beatae Mariae Virgini

INFO

Da Fernando ad Antonio fino a noi: il Santo vicino ai bambini.

di SIMONE CARBONE 

La figura di Antonio è da sempre stata coperta dalla devozione dei molti fedeli che da sempre hanno potuto rivolgersi al Santo in cerca di mira‐ coli e intercessioni. Non dobbiamo, però, relegare Antonio al ruolo di fattorino capace di portare con insistenza le nostre preghiere al Signore. La storia di Fernando inizia nel 1195 a Lisbona. Il giovane, chiamato da subito a una vita dedita a Cristo, entra nell'Ordine dei Canonici regolari della Santa Croce. Solo dieci anni più tardi l'incontro con i martiri francescani uccisi in Marocco ispira Fernando a cambiare nome in Antonio per entrare nell'ordine di san Francesco. Quest'ultimo riconoscerà le grandi doti di predicatore del fratello e gli darà la sua approvazione all'insegnamento della teologia.
L' amore per il Signore ha segnato la vita di Antonio: basti pensare che nelle rappresentazioni classiche il Santo si vede con il Bambino Gesù, a memoria di un episodio della vita di Antonio quando a Camposampiero, vicino Padova, il frate riceve Cristo tra le sue braccia. L'animo puro del Santo l'ha portato ad avere una particolare simpatia nei confronti dei più piccoli, che vengono spesso affidati alla sua protezione. Da diversi anni, la festa di Sant'Antonio da Padova è l'occasione per aprire le porte del convento ai più piccoli, che vivono insieme ai frati un momento di catechesi sulla figura di Antonio e uno di giochi e merenda insieme. Un'occasione eccezionale per ricordare l'amore del Santo nei confronti dei bambini e dei ragazzi.
La festa di Sant'Antonio di Padova, è da sempre molto sentita da tutti coloro che ricorrono con devozione all'intercessione di quello che è conosciuto come il Santo dei miracoli, vicino a tutti i bisognosi e ai bambini. In occasione della sua festa, mercoledì 13 giugno, saranno celebrate le sante messe alle 8.15, 10.30, 18.30 e 21. Come da tradizione, alle 15.00 ci sarà la benedizione dei bambini e a seguire una festa a loro dedicata.