Orari

  • Giorni feriali

    • Ore 7.55 Lodi mattutine 
    • Ore 8.15 Messa
    • Ore 18.00 Rosario
    • Ore 18.30 Messa e al termine Vespri (*)
    • (*) Nei venerdì di Quaresima, la Messa delle 18.30 è sostituita da una meditazione sulla Passione del Signore
  • Giorni festivi

    • Ore 11.30 Messa
    • Ore 17.30 Rosario
    • Ore 18.00 Vespri
    • Ore 18.30 Messa 
  • Adorazione

    • Ogni mercoledì dalle 12.30 alle 13.20 (da ottobre a giugno)
    • L'ultimo lunedì del mese dalle 21 alle 22 (da ottobre a giugno)
  • Confessioni

    • Tutti i giorni (tranne il venerdì pomeriggio)
      dalle 8.45 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00

Avvisi

Mercoledì 13 marzo

Catechesi su i "Vizi capitali"

alle ore 21,00, prima catechesi quaresimale sul vizio della Superbia

Venerdì 15 marzo

come in tutti i venerdì di Quaresima, verrà celebrata un'unica S. Messa alle 8:15, mentre alle ore 18:30 la Messa sarà sostituita da un momento di meditazione sulla Passione;

ore 21:00 Via Crucis in santuario

Nel “tempo forte” di Quaresima, la Parola di Dio ci esorta a vivere intensamente i quaranta giorni che conducono alla Pasqua di Risurrezione come un tempo di conversione e di penitenza e ci insegna ad accompagnare il nostro cammino spirituale con la preghiera, la carità e il digiuno. Da mercoledì 8 marzo, per sei settimane, la fraternità propone un percorso di preghiera e catechesi dal titolo “Rafforzatevi nel Signore…Restate saldi” dedicato al combattimento spirituale. 
Gli incontri si svolgono il mercoledì sera alle ore 21 in chiesa, per tutto il periodo della Quaresima. Ogni venerdì sono previsti due momenti celebrazione delle Via Crucis, alle ore 18,30 e alle ore 21 a cura della Gioventù Francescana.
Un autentico cammino di conversione ci spinge anche ad una attenzione particolare nei confronti di chi vive situazioni di disagio. In questa Quaresima noi, Frati Minori del Nord Italia, rivolgiamo la nostra premura verso i nostri confratelli delle aree colpite dal terremoto e in particolare alle fratenità delle Marche dove il sisma ha gravemente danneggiato abitazioni e chiese. Proponiamo a chi lo desidera di unirsi alla nostra colletta riservando una parte della propria elemosina a questo nostro progetto di solidarietà e condivisione quaresimale. In santuario sono disponibili le buste dove raccogliere le proprie offerte da far giungere il Giovedì Santo.
Il terzo pilastro del percorso quaresimale è il digiuno. Questo non deve essere inteso esclusivamente come uno strumento di penitenza o di astinenza da alcuni cibi o altri beni materiali ma come un aiuto per mettere al centro della nostra vita ciò che ha veramente importanza.