Sono passati dieci anni dal ritorno del nostro confratello, Padre Costantino, alla Casa del Padre. A ricordo della sua figura e della sua presenza a Pavia, qui nel nostro convento, domenica 25 giugno la Santa Messa delle ore 11.30 sarà dedicata a lui. Il rito ci sarà celebrato dal nostro Ministro Provinciale, Padre Mario Favretto. Padre Costantino olltre che per la sua predicazione che univa riflssioni dotte sulle Sacre Scritture a parole semplici e inviti a vivere il bello della vita quotidiana, era un grande artista, architetto, pittore, scultore. Diceva di sé «Mi è toccata la grazia e la gioia di aver identificato la mia fede nell'arte e la mia arte nelle fede» .

Domenica dopo la Santa Messa ci sarà un momento conviviale nel chiostro del convento e alle ore 14 sarà possibile visitare, semprei in convento, una esposizione sulle vetrate realizzate dai disegni di Padre Costantino, che ornano molte chiese in Italia e nel mondo. Tra le più famose, il Nuovo Santuario del Divino Amore a Roma, dove si celebra l'Adorazione Eucaristica Perpetua nella sua «grotta azzurra». La visita all'eposizione, a cura del gruppo culturale "La Piazza" di Garbagnate Milanese, sarà condotta dall'ingegner Patrizia Fagioli.

Padre Costantino descriveva così la magia delle vetrate come elemento decorativo: «Hai mai osservato il cielo all’aurora? Si fa infinito […] e in quel momento di luce e di mistero la vetrata lo “rapisce” e lo introduce naturalmente nel tempio, come una dimensione totale, divina oltre che umana. Non ti dico che cosa succede quando il disco del sole appare radioso e beato all’orizzonte. Dai finestroni si spalanca il cielo e irrompe in un fiume scintillante che ruscella sul pavimento, mentre le ombre fuggono negli angoli e non le vedi più. Di notte è la luna a condurre la danza».

Il ricordo a Pavia di Padre Costantino avrà un altro momento in città, stavolta presso l'Almo Collegio Boorromeo. Sabato 24 giugno alle ore 11.30 sarà inaugurato il percorso artistico e delle opere presso la 'Villa del Rettore' nei giardini del Collegio. Sabato 24 e domenica 25 giugno, dalle 18 alle 20 (con inizio ogni mezzora) sarà possibile partecipare alle visite guidate. Ingresso dal cancello del Collegio su viale Lungoticino Sforza.